Economia

Istat: ad aprile crollano occupati (-300mila) e boom di inattivi

Roma, 3 giu. (askanews) - Ad aprile esplode l'inattività. L'effetto Covid-19 sul mercato del lavoro ha portato, secondo le stime preliminari dell'Istat, a una marcata crescita su base mensile del numero di inattivi (+5,4%, pari a +746mila unità): +5% tra le donne (pari a +438mila unità) e +6% tra gli uomini (pari a +307mila). Il tasso di inattività sale al 38,1% (+2 punti).

L'occupazione ha invece registrato una diminuzione di quasi 300mila unità, che ha portato nei due mesi a un calo complessivo di 400mila occupati e di un punto percentuale nel tasso di occupazione. Rispetto ad aprile 2019 il calo è stato di quasi 500mila unità.

La diminuzione dell'occupazione (-1,2% pari a -274mila unità) è generalizzata: coinvolge donne (-1,5%, pari a -143mila), uomini (-1%, pari a -131mila), dipendenti (-1,1% pari a -205mila), indipendenti (-1,3% pari a -69mila) e tutte le classi d'età. Ma il calo più forte interessa i dipendenti a tempo determinato: -129mila unità, con un -4,6% rispetto a marzo.

Inoltre, secondo i dati dell'Istituto di statistica ad aprile il tasso di disoccupazione è crollato al 6,3% con il peso del lockdown. Le persone in cerca di lavoro (-23,9% pari a -484mila unità) diminuiscono maggiormente tra le donne (-30,6%, pari a -305mila unità) rispetto agli uomini (-17,4%, pari a -179mila). Il tasso di disoccupazione in soli due mesi, sottolinea l'Istat, diminuisce di quasi tre punti percentuali e quello di inattività aumenta in misura analoga.

Riproduzione riservata ©
loading...

Ultime dalla sezione