FONDI UE

In Valtellina anello di 140 km per cicloturismo finanziato con i fondi Ue

di Francesca Sofia Fumagalli

Dopo il Passo dello Stelvio, del Gavia e del Mortirolo, Bormio e l'intera Alta Valtellina offrono una nuova sfida a tutti gli appassionati di ciclismo e non solo. Nasce “Bormio 360 Adventure Trail”: un itinerario in quota destinato ad escursionisti e ciclisti, che attraverserà i Comuni di Bormio, Valdidentro, Valdisotto, Valfurva e Sondalo.
Il progetto, i cui lavori cominceranno nella primavera del 2020 per terminare nel 2021, prevede un investimento totale di 1.5 mln di euro, a cui il Fondo Europeo di Sviluppo Regionale contribuisce per il 50%, mentre la restante parte è ripartita tra fondi nazionali e regionali (i quali coprono rispettivamente il 35% e il 15%).
L'anello, per la maggior parte esistente, si estende per 140 km sviluppandosi tra gli 800 ed i 2300 mt s.l.m. e vuole valorizzare antichi sentieri della transumanza, strade militari della Prima Guerra Mondiale e viabilità realizzata per i grandi lavori idroelettrici. Dieci saranno le tappe tematiche in cui il percorso sarà suddiviso, lungo le quali gli escursionisti potranno sostare in malghe e ristori immersi nei paesaggi e nella storia delle valli alpine.
Il progetto, che vede coinvolti la Comunità Montana Alta Valtellina, il Comune di Valdidentro e la Regione Lombardia, nasce con l'obiettivo di promuovere un cicloturismo già in crescita. Gli appassionati di mountain bike hanno infatti trainato negli ultimi anni il turismo estivo in Valtellina, aumentato di oltre il 20% nel periodo 2015-2019, tanto da pareggiare il numero di presenze registrate dagli amanti della neve. Significativo il contributo delle e-bike: il superamento della bicicletta muscolare permette anche ai ciclisti più amatoriali di fruire a 360 gradi dell'ambiente montano, naturalmente in modalità ecocompatibile.
Riproduzione riservata ©
loading...