Economia

Il Qatar vola italiano, accordo per addestrare i piloti militari

Doha, 13 nov. (askanews) - Il Qatar volerà italiano; è stato raggiunto, infatti, un accordo tra l'Aeronautica militare italiana e la forza aerea del Qatar per l'addestramento dei futuri piloti militari del Paese mediorientale. L'intesa è stata siglata in occasione della visita a Doha del ministro della Difesa, Lorenzo Guerini.

"Credo che ci siano tutte le condizioni qui perché il sistema Italia lo si veda e produca effetti positivi e benefici per il nostro Paese - ha detto il ministro - sia in termini di influenza dal punto di vista politico e geopolitico sia in termini di ritorno industriale sul Paese sia in termini di crescita delle amicizie e della collaborazione bilaterale".

Il progetto vede coinvolta anche Leonardo attraverso la International Flight Training School (IFTS), riferimento internazionale per la formazione dei piloti militari destinati a operare sui jet ad alte prestazioni a partire dalla cosiddetta "Fase IV" (Advanced/Lead-In to Fighter Training) propedeutica all'impiego operativo sui caccia e attraverso la creazione di nuovo polo addestrativo distribuito tra la base di Galatina in provincia di Lecce e quella di Decimomannu in Sardegna, a partire dal 2022.

I vertici militari della forza aerea del Qatar sono stati conquistati dal syllabus addestrativo della Aeronautica militare italiana basato su un sistema di training integrato che prevede il ricorso a missioni miste, reali e virtuali, utilizzando sia simulatori sia gli addestratori avanzati T-346A e i nuovi T-345 prossimi all'ingresso in servizio al posto degli Mb-339 al 61esimo Stormo di Galatina.

Il Qatar, inoltre, è uno dei Paesi stranieri che utilizza il caccia Eurofighter Typhoon. Nel 2017 ne ha ordinati 24 realizzati dal consorzio europeo quadrinazionale che vede l'Italia in prima linea attraverso Leonardo.

Riproduzione riservata ©
loading...