Economia

Global Blue, turisti arabi spingono il tax free shopping a Milano

  • 02:14

Milano, 6 mag. (askanews) - Stringere la mano a lungo, ma delicatamente; non dire mai di "no" ed evitare di gesticolare troppo. Sono alcune delle buone regole per relazionarsi con i clienti stranieri dal Medio Oriente. Principi di bon ton raccolti da Global Blue Italia, società che offre ai turisti servizi di tax free shopping e che conosce bene le potenzialità del mercato arabo. Antonella Bertossi, partner relationship e marketing manager di Global Blue Italia: "Il Middle East rappresenta per i commercianti italiani nazionalità ad alto potenziale. Nonostante il loro peso, dal 4 al 6% a seconda del periodo e a seconda dell'area, hanno uno scontrino medio così importante che diventa fondamentale la comprensione della loro cultura".

Una presenza turistica sempre più cospicua che si inserisce nel trend di crescita del primo trimestre del 2019: +13% per l'Italia e +17% per Milano. Solo nel Montenapolene District, gli acquisti tax free di turisti provenienti dal Medio Oriente sono aumentati del 56%. "Sono turisti che hanno una fronte predisposizione all'acquisto e soprattutto nella tendenza dell'ultimo trimestre abbiamo evidenziato una migliore propensione a viaggiare e un tasso di cambio favorevole. Noi crediamo moltissimo nel training, abbiamo sviluppato tutta una serie di strumenti, dal training con operatori madrelingua a vere e proprie piccole pillole di formazione per tutte le nazionalità, perché solo conoscendo si può valorizzare la vendita e l'accoglienza".

Buone le sensazioni per i prossimi mesi del 2019. "Che dire del resto dell'anno? Adesso entriamo per l'Italia nella stagione più importante, dalla primavera all'estate dove a seconda dell'area di riferimento riscontriamo delle nazionalità emergenti. Sicuramente anche Milano, per quanto riguarda il periodo primaverile ed estive, ha delle grandi prospettive". Con i turisti che via via riempiono sempre di più le strade della città.

Riproduzione riservata ©
loading...