Economia

Gibus: 2020 record, cresce domanda privati per outdoor design

Milano, 18 gen. (askanews) - Gli incentivi per l'edilizia e il maggior utilizzo degli spazi residenziali esterni causa Covid, spingono i conti di Gibus, che nel 2020 ha messo a segno il miglior anno di sempre. L'azienda quotata sull'Aim e leader nell'outdoor design di tende e pergole hi tech ha registrato una crescita dei ricavi del 10% a 45,1 milioni di euro, di cui un terzo realizzato all'estero.

"Il 2020 - ha dichiarato l'Ad, Alessio Bellin - è stato un anno sicuramente straordinario per Gibus nonostante le difficoltà. Ritengo sia stato un successo per la nostra azienda aver avuto la capacità di uscire molto velocemente dal momento di impasse causato dal lock down con la chiusura degli stabilimenti a marzo e aprile ed essere usciti con un trend di crescita molto spinto nei mesi successivi, che ci ha permesso di chiudere l'anno con un risultato record in termini di ricavi".

A spingere i conti di Gibus, con sede nella provincia di Padova, quasi 200 dipendenti e un network di 400 rivenditori e installatori, sono state le linee high tech (+17,8%) e sostenibilita (27,2%) e le pergole bioclimatiche e zipscreen (+20%) con brevetti di proprietà, che hanno più che compensato la flessione del settore Horeca, hotel bar e ristoranti, duramente colpito dalla crisi. Grazie alla forte domanda generata dall'Ecobonus con il 50% di sconto in fattura e dal Superbonus 110 e all'auspicata ripresa del settore hospitality, le prospettive per il 2021 sono positive e Gibus è pronta a valutare opportunita di crescita in Italia o all'estero. "Abbiamo già un portafoglio ordini molto ricco, generato negli ultimi mesi del 2020 che diventerà poi sicuramente un fatturato con ottime prospettive di crescita per il 2021", ha concluso Bellin.

Riproduzione riservata ©
loading...