Economia

Ferro (Ice): nel 2021 porteremo 6.000 aziende su e-commerce

Roma, 11 feb. (askanews) - La pandemia ha cambiato i modelli di consumo, spostando sempre di più il focus sull'e-commerce. L'Ice, l'Agenzia per la promozione all'estero e l'internazionalizzazione delle imprese italiane, ha spinto su questo fronte, aiutando le aziende a sbarcare sui marketplace internazionali per spingere la ripresa dell'export Made in Italy. E per il 2021 si punta a portare almeno 6.000 imprese a vendere su queste piattaforme. Lo ha annunciato in un'intervista ad askanews il presidente di Ice Carlo Ferro.

"Credo che la pandemia abbia creato un accelerazione rispetto all emergenza e all urgenza di aumentare l impegno di supporto rispetto a una constatazione che i modelli di consumo stanno cambiando e la pandemia sta spostando verso il digitale e l'e-commerce".

L'Ice ha concluso accordi con grandi player come Alibaba, Ebay, Amazon, TMall. "Abbiamo messo in piedi 26 accordi sul B2C che operano in 28 paesi e uno B2B che opera in 190 paesi per offrire alle piccole e medie imprese italiane la possibilità di partecipare a vetrine virtuali del Made in italy su questi marketplace con il nostro supporto, con l accompagnamento nostro e dei nostri partner in tutti gli step della catena dell ecommerce, con un budget di promozione delle visualizzazioni e con spazi che riguardano oltre 7.000 imprese oggi. L'obiettivo quest anno è di portare almeno 6.000 aziende a vendere su queste piattaforme".

Riproduzione riservata ©
loading...

Ultime dalla sezione