Economia

Europa divisa su coronabond e aiuti, no di Italia e Spagna

Bruxelles, 27 mar. (askanews) - Una fumata nera che fa male all'idea di una Europa unita e solidale. Il vertice tra i 27 leader durato più di sei ore per mettere a punto la nuova strategia anti-crisi economica si è chiuso con un nulla di fatto anche per il veto posto dall'Italia sulla prima versione del testo di conclusioni. In ballo c'è un'Europa divisa tra Nord e Sud, tra chi vuole condividere risorse e rischi e chi invece preferisce gestire le crisi da solo. Il Consiglio europeo alla fine è riuscito a trovare un'intesa sul testo ma si tratta di un'intesa minima, su un documento generico che manca di concretezza e che di fatto dà due settimane all'Eurogruppo per formulare nuove proposte. Il confronto dunque proseguirà nei prossimi giorni: non esclude nulla ma riparte dalla spaccatura tra chi come Italia, Spagna e Francia chiede misure straordinarie e niente condizioni per l'uso del Fondo Salva-Stati, e i paesi del nord guidati dalla Germania che non vogliono neanche sentire parlare di Eurobond o Coronabond.

Il problema è come gli Stati membri finanzieranno l'ingente

debito pubblico generato dal denaro che stanno spendendo in

deficit per affrontare le conseguenze socioeconomiche, oltre che

sanitarie, di questa crisi.

Il premier Conte ha spiegato che servono strumenti finanziari innovativi e non quelli del passato, "altrimenti - ha detto il premier - ve li potete tenere perché l'Italia non ne ha bisogno."

"Ho spiegato che noi preferiamo il Mes come strumento, che è stato fatto per le crisi", ha replicato la cancelliera Angela Merkel, ribadendo la posizione tedesca sugli eurobond.

Ora restano 2 settimane per capire quali passi farà l'Europa, molto dipende anche dall'andamento della diffusione del contagio. I nodi stanno venendo al pettine in questa crisi e dimostrano ancora una volta che il Nord non si fida del modo di gestire i conti pubblici del Sud, ed come nella crisi del 2008 non è pronto a mettere in comune risorse e a garantire con i propri debiti i paesi meno virtuosi.

Riproduzione riservata ©
loading...