FRANCESCO STARACE - CEO ENEL

Cruciale portare progetti nuovi per poter accedere ai fondi Ue

di Laura Serafini

Per accedere ai fondi del Recovery fund «è cruciale portare progetti nuovi, che possano sostenere l'ulteriore sforzo per uscire dalla crisi e siano cantierabili, perché fondi devono essere spesi tra il 2021 e il 2023». Lo ha affermato Francesco Starace, ad di Enel. «Nei 4 paesi in cui siamo presenti (Italia, Spagna, Grecia e Romania) puntiamo su progetti che consentano, ad esempio, di sviluppare una tecnologia non ancora matura, come nel caso dei sistemi di accumulo. L'importanza di avere una chiarezza e una onestà progettuale è fondamentale per la stessa Ue, la quale per la prima volta andrà sul mercato per finanziarsi e dovrà dimostrare agli investitori come ripagherà il suo debito», ha spiegato. Per Starace l'idrogeno verde è il futuro. «La sfida, per renderlo competitivo, è la riduzione dei costi degli impianti elettrolisi di un fattore 6. Penso ci si arriverà in 3-5 anni: per raggiungere le economie di scala servirà un'industria europea dell'idrogeno come è avvenuto per l'Airbus», ha detto. Il manager è detto convinto che«presto anche i governi lanceranno titoli di Stato legati a obiettivi Esg».
GUARDA TUTTE LE VIDEO INTERVISTE AGLI AD DELLE AZIENDE PROTAGONISTE DELL'ENERGIA
Riproduzione riservata ©
loading...