Economia

Criptovalute, 21Shares: "Dimostrano di essere un bene rifugio"

Milano, 22 mar. (askanews) - La rivoluzione delle criptovalute e della finanza decentralizzata è ancora all'inizio, ma la guerra in Ucraina ha dato dei segnali al mercato: non solo Nft della bandiera nazionale venduti per finanziare le spese militari e cripto-donazioni per sostenere la resistenza, i valori dei principali asset digitali sono aumentati nelle ultime settimane proiettando una luce tutta nuova su un mondo ancora poco conosciuto.

Ne è convinto Massimo Siano, responsabile Sud Europa di 21Shares. "Siamo all'inizio di una nuova rivoluzione, un po' come era internet negli anni Novanta. Ne vedremo tante e tutte basate sulla tecnologia blockchain. Nell'ultimo mese hanno dimostrato di essere un perfetto bene rifugio perché da quando è iniziata la guerra in Ucraina non hanno perso valore, perlomeno le più importanti. Dal punto di vista dell'investitore in criptovalute è una bella notizia".

Pochi dubbi sulle ragioni di un futuro che non potrà che essere roseo. "Sono tecnologicamente superiori alle valute tradizionali. In inglese si dice disruptive: prenderanno il monopolio dei servizi rispetto a società tradizionali".

21Shares è una società svizzera che permette di acquistare in Borsa, come fossero azioni societari, degli Etp legati all'andamento delle criptovalute. Senza la necessità di wallet digitali per conservare gli asset.

"Con gli Etp di 21Shares basta avere un conto titoli bancario tradizionale esattamente come un investitore che compre una azione quotata in borsa può comprare un Etp di 21Shares che replica perfettamente la criptovaluta sottostante e ha un portafoglio incredibile: 29 criptovalute in totale tra basket e valute singole".

Riproduzione riservata ©
loading...