Economia

Cimberio: zero debiti con le banche la ricetta per resistere

di Luca Orlando

Ordini e fatturato in calo a doppia cifra, mercati esteri in difficoltà, così come la domanda interna. L'esperienza di Cimberio, costruttore piemontese di valvole, non è dissimile da quanto accade all'intero settore di rubinetteria e valvolame tricolore, uno dei fiori all'occhiello della meccanica italiana, comparto da nove miliardi e 30mila addetti. Cimberio, tuttavia, che non ha mai chiuso un bilancio in perdita, affronta la crisi con relativa serenità. Forte di un bilancio in cui i debiti bancari sono pari a zero, risultato di una politica che da sempre azzera i dividendi per lasciare la ricchezza prodotta in azienda. Accade da tre generazioni, come racconta l'ad Roberto Cimberio.
Riproduzione riservata ©
loading...