Economia

Chiusura Whirlpool Napoli, Fiom: risponderemo con scontro sociale

Roma, 22 ott. (askanews) - Di fronte alla conferma della chiusura dello stabilimento Whirlpool di Napoli a fine mese, risponderemo con lo scontro sociale ha annunciato Barbara Tibaldi, segretaria nazionale Fiom-Cgil, responsabile elettrodomestico.

"L'incontro di oggi è andato molto male, l'azienda ha confermato la volontà di voler chiudere Napoli. Lo ha fatto con una motivazione assurda. Il prodotto che hanno attribuito a Napoli secondo l'azienda non andrebbe bene, eppure l'azienda si appresta a chiudere l'anno andando bene e recuperando denaro, utili e produzione. Allora perché non portare nuove produzioni a Napoli dall'estero? Al governo chiediamo perché non sostenere le aziende che portano lavoro senza dare soldi indiscriminatamente a tutti? Chiediamo un impegno forte alla Presidenza del Consiglio dei Ministri: occorre fermare questo scempio".

"Se toglierete il blocco dei licenziamenti questo accadrà a migliaia di persone in tantissime aziende - ha aggiunto - fermiamoci. Diciamo all'azienda che è finita la fase del dialogo e inizia quello dello scontro sociale: siamo obbligati a difenderci. Domani saremo in piazza a Napoli".

Riproduzione riservata ©
loading...