Economia

Black Friday, ore intense al centro Amazon ma in sicurezza

Milano, 26 nov. (askanews) - Il Black Friday è arrivato. Per Amazon sono ore intense in una delle giornate più impegnative dell'anno, quella dei super sconti prenatalizi. A Cividate al Piano, nel centro di distribuzione Amazon, che è operativo da settembre, è un via vai di truck per depositare la merce che troveremo sul sito per acquistarla con un click. Dentro al centro, i prodotti fanno un lungo viaggio: nastri trasportatori, stoccaggio casuale e prelevamento, smistamento a seconda dell'ordine, che sia singolo o multiplo, e impacchettamento: sono alcune delle fasi che portano poi gli stessi prodotti dall'altra parte del sito per ripartire su altri truck verso i centri di smistamento. Un lungo viaggio che vede protagonisti centinaia di dipendenti e la tecnologia. Una buona parte del processo è infatti automatizzato e permette al personale di stare lontano dai macchinari. Per Amazon la sicurezza sul lavoro è una priorità assoluta, come ha spiegato Silvano Soloperto, responsabile del centro di distribuzione Amazon di Cividate al Piano: "In Amazon siamo famosi per essere l'azienda più orientata al cliente al mondo ma allo stesso tempo vogliamo essere il miglior datore di lavoro. Quindi, mavoriamo molto per dare un posto di lavoro sicuro e inclusivo. Solo nel 2020 abbiamo investito in Italia circa 9 milioni di euro in progetti specifici per il miglioramento della sicurezza e acquisizioni di dispositivi di sicurezza e abbiamo erogato più di 170 mila ore di corsi di formazione".

Un'attenzione ai dipendenti che si traduce, secondo il manager, anche nelle condizioni di lavoro. Dal primo ottobre, nell'ottica delle revisioni periodiche di Amazom, la retribuzione è cresciuta dell'8 per cento. Ma ai dipendenti sono offerti anche benefit, dall'assicurazione integrativa alla scontistica sul sito amazon.it, fino a una serie di programmi di formazione, come il Career Choise: "E' un programma che permette a chiunque dei nostri dipendenti voglia di scegliere dei percorsi per continuare la loro formazione e Amazon contribuisce alle spese fino al 95 per cento".

Anche la crescita del personale e il cambio di posizione in azienda sembrano una priorità del mondo Amazon. "Io sono entrato in Amazon a ottobre del 2020 come operatore di magazzino e dopo circa otto mesi c'è stata questa opportunità con la posizione da trainer", ha detto Gabriele Milazzo che è partito dal Lazio come magazziniere e oggi fa da trainer in ambito di sicurezza per i dipendenti. Come ad esempio i corsi per formare i dipendenti che saranno autorizzati ad entrare nell'area robotizzata.

Grazie all'intelligenza artificiale e a scanner e sensori, nel piano robotico si muovono centinaia di Amazon Robotics che movimentano con estrema agilità quintali di merce da disporre davanti alla postazione degli addetti. Tecnologia: uguale efficienza, ma anche maggiore sicurezza sul posto di lavoro.

Riproduzione riservata ©
loading...