Economia

Bankitalia: nel 2021 la ripresa sarà più lenta del previsto

Roma, 24 nov. (askanews) - Il prossimo anno "la ripresa sarà più lenta del previsto". Lo ha detto Eugenio Gaiotti, capo dipartimento economia e statistica della Banca d'Italia in audizione sulla manovra davanti alle commissioni Bilancio di Camera e Senato. Secondo Bankitalia tuttavia "nel IV trimestre" si osserva una "flessione del prodotto anche se più contenuta di quella in primavera" e il "risultato nell'anno" risulta "comunque in linea" con quanto delineato in "ottobre".

La dimensione dell'impulso espansivo dei provvedimenti che il Governo programma con la manovra - ha aggiunto Gaiotti - è significativamente più ampia di quella misurata dalla variazione dell'indebitamento netto: si può valutare che essa sia dell'ordine di circa 2 punti percentuali del Pil in media all'anno nel prossimo biennio (per poi diventare pari a 1,3 punti nel 2023)".

Quanto al Recovery Plan, ha detto ancora Gaiotti, è necessario che sia definito nei dettagli per evitare sprechi, ritardi e inefficienze. "L'entità dell effetto macroeconomico dei progetti di investimento e di riforma dipenderà però soprattutto dalla loro definizione concreta nell ambito del Piano nazionale di rilancio e resilienza e dalla loro attuazione tempestiva. Andrà posta grande attenzione alla fase esecutiva, precisando i dettagli ed evitando sprechi, ritardi e inefficienze", ha sottolineato.

Riproduzione riservata ©
loading...