Economia

Ambiente, Premio Fenice Conai premia i giovani giornalisti

Roma, 16 giu. (askanews) - Ultimi giorni per poter presentare i propri lavori per la prima edizione del Bando per giornalisti "Fenice CONAI per il giornalismo ambientale giovane" che ha lo scopo di dare visibilità ad articoli e servizi radiofonici/televisivi su temi legati all'economia circolare e al riciclo.

C'è infatti tempo fino al 19 giugno per concorrere ad un premio che guarda con attenzione anche alla crescita dell'importanza del trattamento informativo da parte di un giornalismo chiamato ad essere sempre più parte attiva rispetto a messaggi spesso fuorvianti o volutamente falsi. Come conferma il presidente dell'Ordine nazionale dei giornalisti Carlo Bartoli che patrocina il premio: "La crisi climatica è una emergenza mondiale che chiama tutti alla piena consapevolezza di quanto accade. La guerra in Ucraina sta aggravando il problema sia per le terribili distruzioni e tragedie che essa provoca sia per lo spostamento di ingenti risorse in una nuova corsa agli armamenti. In questo contesto il giornalismo è chiamato a svolgere la sua parte con accuratezza e diligenza perchè oggi il giornalismo di qualità è il vero antidoto alle fake news e alle manipolazioni.

"E' quindi di estrema importanza sostenere i giovani che si avviano verso la professione compresi coloro che scelgono la strada del giornalismo ambientale che già assume una rilevanza di primo piano. Il Premio Fenice Conai per il giornalismo ambientale va esattamente in questa direzione. E' importante far conoscere non solo le grandi problematiche globali ma anche il contributo che i nostri gesti quotidiani possono dare per la tutela dell'ambiente. Perchè i temi della sostenibilità ormai coinvolgono tutti gli aspetti della nostra vita".

Proprio i giovani sono i protagonisti di questa sfida, anche da un punto di vista professionale. A loro quindi si rivolge il premio Fenice Conai.

Elisabeth Anna Mair, Presidente Ordine dei giornalisti del Trentino Alto Adige e componente della giuria: "Sono fiduciosa perchè i giovani sono molto sensibili ai temi ambientali. Lo abbiamo visto con Greta Thunberg e con il movimento Fridays for Future. C'è attenzione ad esempio all'alimentazione vegana, avendo capito che il 57% delle emissioni di gas vengono prodotti dagli allevamenti intensivi nel mondo. Abbiamo una sola Terra. Sono molto contenta di far parte di questa giuria".

"Mi auguro che tante giovani giornaliste insieme ai colleghi uomini presentino il loro lavoro entro il 19 giugno e sono veramente curiosa di vederli".

Il Bando, gratuito, è riservato ai giornalisti, di età compresa tra i 18 e i 40 anni, che al 21 aprile 2022 non abbiano ancora compiuto 41 anni. Tutte le modalità di partecipazione sono sul sito Conai

Riproduzione riservata ©
loading...