Economia

Al Politecnico di Milano 20mila future matricole per l'Open Day

Milano, 2 apr. (askanews) - Dopo la lunga pausa a causa della pandemia torna finalmente in presenza l'Open Day del Politecnico di Milano. Lo storico Campus Leonardo ha accolto le future matricole per una giornata ricca di appuntamenti dopo tre settimane di presentazioni online dei corsi di studio e dei servizi, che hanno registrato oltre 15.000 presenze.

"Una bellissima festa con 20mila tra ragazze e ragazzi che stanno scegliendo l'Università che darà loro le competenze e le conoscenze per affrontare le sfide del futuro - ha spiegato Ferruccio Resta, rettore del Politecnico di Milano - Una didattica che torna in presenza perché crediamo in una università di comunità, relazioni, confronto e anche di scontro in alcuni casi, avendo però l'attenzione alle tecnologie. Siamo il Politecnico di Milano, non possiamo avere paura delle tecnologie. Tutte le aule sono cablate e avranno la possibilità di collegarsi in giro per il mondo, con le aziende e il mondo del lavoro e naturalmente con colleghi internazionali che potranno interagire direttamente durante le nostre lezioni".

Fra le tante novità di quest'anno, è stata presentata la prima laurea magistrale in Ingegneria del Supercalcolo (High Performance Engineering) unica in Italia, dedicata alla formazione di nuove figure professionali multidisciplinari. L'auspicio del Politecnico è che nei corsi di laurea in Ingegneria cresca la presenza femminile.

"Se vogliamo guardare il bilancio di ragazze e ragazzi, Architettura e Design non hanno nessun problema. A Ingegneria il problema è che abbiamo poche ragazze e non perché manchino le informazioni ma più per un aspetto motivazionale o di pregiudizi inconsci o di fattori culturali", ha sottolineato Donatella Sciuto, prorettrice vicaria del Politecnico di Milano.

L'Open day è stata l'occasione per conoscere le tematiche concrete e innovative che architetti, designer e ingegneri si trovano ad affrontare. Metaverso e salute, satelliti intelligenti, superconduttori, sistemi wearable, intelligenza artificiale, cambiamenti climatici e greenwashing, e poi edifici green, transizione ecologica, conservazione e valorizzazione degli edifici, passando per tutte le nuove frontiere del design degli interni, della moda, della comunicazione e del prodotto.

Una giornata all'insegna della sostenibilità ambientale, tra materiale esclusivamente digitale e allestimenti che saranno riciclati o in materiale eco-compatibile.

Riproduzione riservata ©
loading...