Economia

10 anni di 'buy now pay later' di Cofidis: spinta per le vendite

Milano, 02 dic. (askanews) - Comprare oggi, pagare domani. Gli anglosassoni lo chiamo 'buy now pay later' ed è un trend fintech in forte ascesa: permette acquistare un bene e dilazionare un pagamento, senza interessi o commissioni a carico degli utenti. Spuntano startup in tutto il mondo, ma ad avviare la rivoluzione è stata Cofidis che ormai 10 anni fa è partita con il suo progetto Pagodil.

Luca Giacoma Caire, direttore Marketing e clienti di Cofidis Italia. "Oggi il 'buy now pay later' è un mega trend del settore finanziario. C'è una forte domanda dei retailer di offrire soluzioni nuove e innovative per poter avere un booster delle proprie vendente: il 'buy now pay later' permette di aumentare le vendite e trasformare una intenzione di acquisto in una vendita".

Il digitale ha accelerato un fenomeno che però non coinvolge solo l'ecommerce. Cofidis riunisce con Pagodil 35mila punti vendita che vogliono offrire esperienze di acquisto flessibili e veloci anche nel mondo fisico. "Il Pagodil di 10 anni fa non è quello di oggi: è cambiato, digitalizzato e ha rivoluzionato il modo di fare gli acquisti in Italia. E' una soluzione omnicanale che in tempo reale permette di comprare ciò che il cliente ama e pagarlo in comode rate. Il tutto in modo completamente gratuito per il consumatore: non c'è nessun interesse e nessuna commissione".

Una volonta di innovare che guarda al futuro. "Fra dieci anni io vedo più una grandissima evoluzione di Cofidis nel continuare a offrire soluzioni di pagamento nuove anticipando i trend futuri e i bisogni". Per appagare i desideri dei clienti sempre più smart e flessibili.

Riproduzione riservata ©
loading...