Cultura

Willie Peyote si guarda alle spalle in Pornostalgia

Milano, 5 mag. (askanews) - È capace di fondere l'energia della musica rap con testi che guardano alla canzone d'autore con tematiche sociali e attuali, Willie Peyote esce con il suo nuovo album "Pornostalgia" che è la prosecuzione ma anche il contraltare di "Iodegradabile" il suo precedente lavoro che parlava del rapporto col tempo. "In questi due anni mi sono reso conto che nel momento in cui si ferma il tempo l'unica soluzione che abbiamo è guardarci alle spalle, tornare a leggere vecchi libri, guardare vecchi film e riscoprire il valore rassicurante della nostalgia, perché non potendo trattenere niente del presente l'unica cosa che ci rassicura è il passato: da qui l'idea del valore pornografico della nostalgia".

Per Willie Peyote un ritorno al passato nella scrittura e nell'approccio musicale con un disco che nasce in due anni di lavoro in un momento di grande difficoltà per la pandemia. "Avevo il dubbio dall'inizio ma adesso è una certezza, non ne siamo usciti migliori, mi sembra piuttosto evidente. Ed è per questo che nel disco ho cercato di raccontare un po' come sto io dopo questi due anni e come sono stato durante questi due anni e come è cambiato anche il rapporto col lavoro in seguito a cose che mi sono successe, per questo ho cercato di fare un racconto partendo da ciò che sento e che potrebbe anche rappresentare ciò che sentono gli altri".

Nel disco il singolo "La colpa al vento" e il brano manifesto con Michela Giraud "Fare schifo" sulla libertà di essere come si è senza seguire ossessivamente i dettami della perfezione. "Ci siamo trovati a trattare un tema molto simile e ho pensato che potesse essere bello collaborare e poter aggiungere la sua voce al mio discorso".

Da maggio il Talk tour "PEYOTeMES" per presentare ai fan l'album poi da giugno live in giro per l'Italia.

Riproduzione riservata ©
loading...

Ultime dalla sezione