Cultura

Verona, all'Arena torna "Carmen", la donna libera di De Ana

  • 01:35

Verona, 5 lug. (askanews) - Pochi spettacoli sono più iconici di "Carmen" nella cornice magica dell'Arena di Verona; il capolavoro di Bizet con le sue scene di massa, l'impatto del coro, la varietà delle ambientazioni trova una cornice naturale sul grande palco veronese.

Da sabato 6 luglio "Carmen" sarà in scena con la ripresa dell'allestimento di Hugo de Ana, autore di regia scene e costumi.

Sul podio l'espertissima bacchetta di Daniel Oren, direttore musicale dell'Opera festival 2019. Ksenia Dudnikova debutta come Carmen, Martin Muehle sarà José nel primo cast.

Carmen, la storia tratta da Merimée, racconta come è noto della gitana fuorilegge che si incapriccia del soldatino José, lo usa e poi lo lascia; e lui la uccide in preda alla gelosia.

Oppure: in una visione moderna, Carmen è una donna libera, vittima di un classico femminicidio, di un uomo che non accetta l'abbandono.

E proprio una lettura moderna cerca la regia di De Ana. Il regista argentino ambienta la vicenda un secolo dopo Bizet, negli anni Trenta del Novecento, in una Siviglia popolare percorsa dai brividi della guerra civile, carica di aneliti di libertà. La Plaza de Toros ribolle di donne, jeep militari e camion; Carmen paga con la vita il suo essere diversa. Tutto nella meravigliosa partitura dell'opera sulla grande scena dell'Arena di Verona.

Riproduzione riservata ©
loading...

Ultime dalla sezione