Cultura

Una. Nessuna. Centomila dicono no alla violenza di genere

Reggio Emilia, 13 giu. (askanews) - Non un semplice concerto ma il più grande evento musicale di sempre contro la violenza di genere. Un'onda di musica per oltre sei ore di emozioni: 'Una. Nessuna. Centomila. Il Concerto' alla RCF Arena (Campovolo) di Reggio Emilia è stato un successo nei numeri e nei fatti. Protagoniste Fiorella Mannoia, Emma, Alessandra Amoroso, Giorgia, Elisa, Gianna Nannini, Laura Pausini, unite per raccogliere fondi destinati ai centri antiviolenza.

"È un concerto messaggio, soprattutto un messaggio che vuole essere cantato ma che è anche un grido, un basta con tante A finali. Sono troppi anni che è un argomento che riempie le pagine dei quotidiani".

Nonostante due anni di rinvii a causa della pandemia da Covid-19, l'impegno delle sette grandi artiste a favore dei diritti e contro la violenza nei confronti delle donne è sempre stato costante come spiega Elisa.

"Iniziare a suonare dal vivo di nuovo è una cosa incredibile perchè sono bellissimi, sono molto grandi e molto importanti e sono anche degli eventi che vanno oltre la musica".

Sono stati raccolti oltre due milioni di euro destinati a sette centri anti violenza ha spiegato Fiorella Mannoia.

"Dall'inizio dell'anno sono già state uccise 20 donne e lo scorso anno precedente sono 118. Sono numeri importanti per cui continueremo a concentrarci su questo problema che ci affligge praticamente da sempre".

Accanto alle 7 artiste si sono uniti 7 artisti, Caparezza, Brunori SAS, Diodato, Tommaso Paradiso, Coez, Eros Ramazzotti per un corale e fortissimo no alla violenza sulle donne.

Riproduzione riservata ©
loading...