Cultura

Tre concerti alla Nuvola di Roma, "lanciamo un modello per tutti"

Roma, 2 set. (askanews) - La musica come segnale di ripartenza dopo il Covid-19 e il lockdown, alla Nuvola di Roma, con l'Opera di Roma per tre grandi concerti gratuiti: l'11, il 18 e il 23 settembre, aperti a tutti.

Un viaggio nella storia dell'opera, da Gluck al belcanto, passando per Mozart e Rossini, Bellini e Donizetti.

Un messaggio di speranza e di rinascita, che punta sulla cultura, la bellezza, la musica. Come spiega Antonio Rosati, amministratore delegato di Eur Spa:

"Lanciamo un modello, un'idea che io chiamo di nuovo umanesimo, dell'economia della bellezza, al servizio dei romani, dei cittadini, in particolare dei giovani. Vogliamo sancire un tentativo di rispondere a questa crisi difficile, figlia del Covid, di un'economia che sta macinando problemi, famiglie, lavoratori: dobbiamo agire insieme, con un'idea diversa di spazi, e un'idea diversa di economia".

L'Auditorium potrà contenere 600 spettatori, in tutta sicurezza, che potranno acquistare i biglietti gratuiti sul sito dell'operaroma e su ticketone.it

"Tre appuntamenti meravigliosi, in assoluta sicurezza, con le distanze giuste, ma in armonia. Un'altra idea di Eur Spa, che non è un luogo esclusivo, un quartiere esclusivo, per persone esclusive. Eur Spa è un quartiere al servizio di Roma, per fare squadra e per giocare bene l'economia della bellezza, cioè turismo, cultura e cibo".

Il Teatro dell'Opera approda alla Nuvola per la prima volta. Il sovrintendente del Teatro, Carlo Fuortes: "Siamo molto felici di portare la grande musica in questa sala, nella Nuvola, molto importante perché daremo la possibilità a molti romani di venire per la prima volta qui nella Nuvola".

Alla presentazione anche la sindaca di Roma, Virginia Raggi: "Io credo che una delle più grandi criticità in questo momento sia provare a ripartire, far si che le persone si sentano sicure, e soprattutto non dimenticarci del lavoro e degli ultimi".

Riproduzione riservata ©
loading...