Milano (askanews) - Un disco, che diventa un film, attraverso l'occhio e il corpo dell'artista Samantha Stella, che è partita dalle musiche del musicista Nero Kane. Il risultato è l'opera visiva sperimentale "Love In A Dying World" che la coppia di artisti ha girato on the road in California. A Milano è stato presentato nell'affascinante location del Teatro Renzo Casali - Fabbrica dell'Esperienza, dove abbiamo incontrato Stella e Kane.

"Direi che il film è un mio commento visivo alle note, alle suggestioni musicali di Kane - ha spiegato Samantha ad askanews - questo mi ha permesso ugualmente un'ampia gamma di mie visioni e suggestioni, poiché ho potuto veramente creare quello io stessa sentivo attraverso le sue parole e le sue musiche".

"E' stato un cammino che abbiamo percorso in maniera voluta e allo stesso tempo molto naturale - ha aggiunto Nero Kane - credo che il risultato sia stato molto buono, più che altro perché per una volta vedo che effettivamente i video espandono il racconto della mia musica. Questo aspetto visuale effettivamente crea una narrazione che a mio parere amplifica il significato del disco, dell'album".

Il film si inserisce come un nuovo tassello nella pratica, ormai consolidata di Samantha Stella, che dalla performance si è mossa su terreni diversi, come la scrittura e la fotografia. Cui ora si aggiunge una nuova esperienza. "Sono felice - ci ha confidato l'artista - perché la mia idea era proprio quella di presentare il film in contesti differenti contemporaneamente, perché io lavoro utilizzando differenti mezzi e linguaggi su diversi piani, quindi mentre veniva proiettato al museo Macro Asilo di Roma, nello stesso giorno il primo capitolo del film veniva scelto da MTV".

Una via, quella della contaminazione tra le pratiche e, aggiungiamo noi, tra le forme mentali dell'arte che oggi appare una delle qualità migliori del lavoro di Samantha Stella e Nero Kane.