Cultura

Polemiche per Chiara Ferragni testimonial degli Uffizi

Firenze, 18 lug. (askanews) - Polemiche per l'utilizzo della social influencer Chiara Ferragni come testimonial dei capolavori degli Uffizi. La celebre imprenditrice digitale, in Galleria per un photoshoot, si è concessa un tour del museo, alla scoperta dei suoi tesori d'arte, accompagnata dal direttore Eike Schmidt e postando su Instagram alcune stories e foto del backstage.

Immediata la pioggia di critiche sui social, rispedite al mittente sia dal marito della modella e imprenditrice cremonese, il cantante Fedez sia dagli stessi Uffizi che, sempre su Instagram hanno precisato: "I canoni estetici cambiano nel corso dei secoli. L ideale femminile della donna con i capelli biondi e la pelle diafana è un tipico ideale in voga nel Rinascimento. Magistralmente espresso alla fine del '400 da #SandroBotticelli nella Nascita di #Venere attraverso il volto probabilmente identificato con quello della bellissima Simonetta Vespucci, sua contemporanea.

Una nobildonna di origine genovese, amata da Giuliano de Medici, fratello minore di Lorenzo il Magnifico e idolatrata da Sandro Botticelli, tanto da diventarne sua Musa ispiratrice.

Ai giorni nostri l italiana Chiara Ferragni, nata a Cremona, incarna un mito per milioni di followers - una sorta di divinità contemporanea nell era dei social - Il mito di Chiara Ferragni, diviso fra feroci detrattori e impavidi sostenitori, è un fenomeno sociologico che raccoglie milioni di seguaci in tutto il mondo, fotografando un istantanea del nostro tempo".

Riproduzione riservata ©
loading...