Cultura

Mamma o Papà, di Riccardo Milani

Globalist presenta: scelti da Primissima, le anteprime a cura di Marco Spagnoli.
Mamma o Papà, di Riccardo Milani.
Basato sulla commedia francese “Papa Ou Maman” di Martin Bourboulonè con Laurent Lafitte e Marina Fois, di cui è peraltro uscito anche un sequel lo scorso dicembre, Mamma o Papà è una delle commedie più ciniche e cattive dell'anno. Un film intelligente che a dispetto del packaging leggero riflette in maniera volutamente sopra le righe su quello che potrebbe accadere quando alla fine dell'amore corrisponde il desiderio di dovere recuperare il tempo perduto confrontandosi con i propri sogni.
Un ginecologo e un ingegnere donna di grande successo, infatti, decidono di separarsi dopo quindici anni di matrimonio. Sono d'accordo su tutto, alimenti, case, affidamento congiunto dei figli. Proprio quando si sono decisi a dare la notizia ai loro tre ragazzi, capita ad entrambi l'opportunità di partire all'estero per l'occasione lavorativa della vita. Valeria, da brava compagna e amica, è subito pronta a farsi indietro, ma quando scopre che Nicola ha una tresca con un'infermiera giovane e carina, non è più disposta a sacrificarsi, anzi, accetta al volo il suo nuovo incarico. A chi andrà la custodia dei figli nei sette mesi durante i quali entrambi i genitori hanno deciso di accettare le rispettive proposte di lavoro all'estero? Se i due non sono in grado di stabilirlo, saranno i bambini a scegliere se stare con mamma o con papà! La guerra tra Nicola e Valeria è dichiarata e la posta in gioco è esattamente opposta a quella delle normali famiglie in fase di divorzio: lottare per non ottenere l'affidamento dei figli e fare di tutto perché questi scelgano l'altro genitore.
Sullo sfondo della Treviso che, inevitabilmente, richiama alla mente Signore & Signori di Pietro Germi lo scontro senza esclusione di colpi tra moglie e marito è puntellato da una serie di personalità che entrano in rotta di collisione con i due aspiranti divorziati.
Il giudice Anna Bonaiuto scioccata dal modo di fare dei due interlocutori; il collega Claudio Gioè segretamente innamorato della collega; il capo di lei, un sulfureo Carlo Buccirosso che stende tutti con una serie di battute irresistibili; un'affascinante Matilde Gioli nei panni dell'amante, molto più giovane, di lui.
Un film brillante in cui la temperata violenza del racconto, disturba i protagonisti, ma anche gli spettatori in quanto specchio deformante, ma non meno veritiero della realtà.

Mamma o Papà
Antonio Albanese, Paola Cortellesi, Claudio Gioè, Carlo Buccirosso, Anna Bonaiuto, Matilde Gioli, Roberto De Francesco, Stefania Rocca, Luca Angeletti
Sceneggiatura: di Riccardo Milani, Paola Cortellesi, Giulia Calenda
Musiche: Andrea Guerra
Montaggio: Patrizia Ceresani
Fotografia: Saverio Guarna
Regia: Riccardo Milani
Produzione: Wildside e Medusa Film
Distribuzione: Medusa Film
Durata: 100'
Data di Uscita 14 febbraio
Riproduzione riservata ©
loading...