Cultura

"Lacci" dà il via alla Mostra. Luchetti racconta i nostri legami

Roma, 2 set. (askanews) - "Lacci" è il film che ha dato il via a questa importante edizione della Mostra di Venezia. Applaudito dalla stampa, arriverà nei cinema il primo ottobre. Il regista Daniele Luchetti ha portato a Venezia una storia di legami d amore ma anche un racconto sulla paura, l odio, la rabbia che portano con sé alcuni rapporti. Tratto dal libro di Domenico Starnone è sceneggiato dal regista con lui e Francesco Piccolo, interpretato da Alba Rohrwacher, Luigi Lo Cascio, Laura Morante, Silvio Orlando, Giovanna Mezzogiorno, Adriano Giannini, Linda Caridi, Francesca De Sapio.

Siamo a Napoli nei primi anni 80 quando il matrimonio di Aldo e Vanda va in crisi perché lui si innamora della giovane Lidia. Trent anni dopo Aldo e Vanda sono ancora sposati: un giallo sui sentimenti, una storia di lealtà e infedeltà, di rancore e vergogna.

Per il regista "Lacci" è un film sulle forze segrete che ci legano, perché non è solo l amore a unire le persone, ma anche ciò che resta quando l'amore non c'è più. Un film in cui ci si può identificare con ciascuno dei personaggi, che riguarda tutti noi. "Questo è un copione che ha pochissima trama, la trama si consuma in pochi minuti del film, una coppia si separa, fine della trama; poi è un film composto quasi solamente di azioni dei sentimenti, nessuna scena ha il peso di dover raccontare trama, è sempre un azione che accade in quel momento ed è anche questa la sfida a cui ci siamo affidati".

Per il protagonista Lo Cascio, i personaggi creano sovrapposizioni con momenti della nostra vita o con quella delle persone intorno a noi. "Sono personaggi che proprio sentiamo, che ci riguardano e che in alcuni momenti crerano strane sovrapposizioni con momenti della nostra vita".

"Lacci", Fuori concorso alla Mostra, uscirà in cento sale.

Riproduzione riservata ©
loading...

Ultime dalla sezione