Cultura

La vita ai tempi del Coronavirus, la curatrice Ilaria Bonacossa

Milano, 26 mar. (askanews) - "Il lavoro non si ferma, continuiamo a parlarci per cercare nuove idee e siamo tutti rimasti stupiti dall'accelerazione digitale che ha subito il mondo dell'arte". Ilaria Bonacossa, curatrice e direttrice di Artissima, la fiera d'arte di Torino, ha raccontato così ad askanews i suoi giorni al tempo dell'emergenza Coronavirus. "E' una bella scoperta - ha aggiunto - che il mondo dell'arte possa rimanere unito e vivo, tutto insieme, attraverso i social".

"Abbiamo deciso di usare questo tempo per lanciare un gioco su Instagram di Artissima, Genealogia, un progetto con 30 artisti invitati a nominare un antenato e un discendente, un artista a cui si ispirano e un artista più giovane il cui lavoro è stimolante. Quello che ci piace è mostrare come il mondo dell'arte sia un po' una grande famiglia, anche attraverso un albero genealogico un po' matto, dove si scoprono affinità elettive e strani rimandi".

Riproduzione riservata ©
loading...

Ultime dalla sezione