Cultura

In Italia Saleem Ashkar, pianista che unisce Palestina e Israele

Roma, 9 ott. (askanews) - Torna in Italia Saleem Ashkar, il pianista che unisce Palestina e Israele, tra gli attuali interpreti di riferimento del repertorio beethoveniano. Sarà protagonista di due importanti concerti, l'11 ottobre a Roma all'Accademia di Santa Cecilia e il 28 ottobre a Milano per La Società dei Concerti, entrambi dal programma esclusivamente beethoveniano.

Saleem Ashkar ha più volte eseguito l'integrale delle Sonate e le ha recentemente incise per la Decca Records. È anche riconosciuto per la sua attività a supporto dei giovani musicisti, allo scopo di incoraggiare, in Israele, la collaborazione tra la comunità araba e quella ebrea.

Tra le Sonate in programma una tra quelle più note e amate, la celebre Sonata op. 57 "Appassionata", ma anche la Sonata n. 31 op. 110 che, con l'estrema libertà formale richiama l'ultimo stile del compositore. Musica che esorta alla fratellanza fra i popoli in perfetta linea con la visione di Beethoven proprio a 250 anni dalla sua nascita.

Riproduzione riservata ©
loading...