Cultura

Gassmann: penso a film sull'ambiente. Sarò un killer per Netflix

Sestri Levante (Genova), 16 mag. (askanews) - Si è concluso con la vittoria del film ungherese "Wild Roots" il Riviera International Film Festival. E quest'anno nella kermesse di sei giorni di cinema che si è tenuta a Sestri Levante Alessandro Gassmann ha ricevuto il Career Award. L'attore, regista e scrittore ha parlato del suo impegno per l'ambiente e del suo libro, "Io e i #GreenHeroes. Perché ho deciso di pensare verde".

Gassmann spiega: "Il libro che presento qui al Riviera Film Festival, racchiude oltre a una biografia nella quale racconto come sono arrivato ad essere un attivista green, cento di questi eroi verdi, persone illuminate, coraggiose, che hanno avuto successo perché hanno avuto una visione importante.

Ci penso spesso a poter utilizzare il mio mestiere di regista per produrre o dirigere un documentario sulla natura. Non ci sto lavorando ma è sempre più frequente in me questa richiesta e non escludo che in futuro possa esserci questa eventualità".

Prossimamente vedremo Gassmann su Netflix nel ruolo di uno spietato serial killer in "Il mio nome è vendetta".

"E' un film di pura azione, è un revenge, un genere, in cui una persona riceve un torto e si vendica per ottenere giustizia. Ho fatto tutte cose che non avevo mai fatto, mi sono rimesso in forma, ho preso un sacco di chili di muscoli, che ho già riperso, e soprattutto uccido 23 persone con tecniche varie. Quindi consiglio la visione perché è molto divertente, è molto efficace per chi ama il genere, sconsiglio vivamente a casa di rifare quello che faccio nel film".

Riproduzione riservata ©
loading...