Cultura

Francoforte 2024, come l'Italia si prepara a essere Paese ospite

Roma, 6 apr. (askanews) - L'Italia si prepara a essere il Paese ospite della Fiera del libro di Francoforte 2024. Aspettando il grande evento, con le bocche per ora cucite sui nomi degli autori che rappresenteranno il nostro Paese in Germania fra due anni (e ricordando che nel lontano 1988, unico altro anno in cui l'Italia fu "Ehrengast", la star indiscussa era Umberto Eco con tanto di ricostruzione della biblioteca de "Il nome della Rosa"), il Goethe Institut a Roma ha dedicato un incontro alla collaborazione nel mondo editoriale tra Italia e Germania, con importanti ospiti venuti direttamente dalla Frankfurter Buchmesse:

"Intanto è stato da pochissimo nominato un commissario per i lavori sull'Italia Paese ospite, che è appunto Ricardo Franco Levi - ha ricordato Eleonora Di Blasio, coordinatrice delle attività italiane alla Frankfurter Buchmesse, in merito alla nomina del presidente dell'Aie a commissario straordinario del governo per le attività legate alla partecipazione dell'Italia alla Buchmesse 2024 - e poi ci si prepara soprattutto con eventi come quello di oggi".

Da parte italiana i contributi di responsabili del Ministero Affari esteri per la traduzione e diffusione degli autori italiani all'estero e di responsabili del Ministero della Cultura italiano.

"Si sta costituendo proprio in queste ore il comitato di coordinamento delle attività legate alla presenza italiana alla Fiera internazionale del libro di Francoforte 2024", ha rivelato Marino Sinibaldi, attuale Presidente del Centro per il libro e la lettura, poco prima di raggiungere il neonato comitato.

"Quell'anno la Germania, tutta, non solo Francoforte, ospiterà una serie di manifestazioni di cultura italiana, nel senso più ampio, non solo legate alla produzione editoriale", ha aggiunto.

In questa occasione il Goethe Institut ha presentato Litrix.de, un programma triennale a sostegno della traduzione dal tedesco all'italiano, tanto più importante mentre nel 2022 si celebra l'anno della lingua tedesca in Italia, che culminerà ad ottobre con una settimana di oltre 100 eventi.

"Con Litrix.de per tre anni possiamo dare il sostegno al settore dei traduttori e degli editori per aggiungere qualche cosa come 50 libri extra", ha spiegato il direttore del Goethe Institut Italien, Joachim Bernauer.

Riproduzione riservata ©
loading...