Cultura

Con "Folds of Time" del Muxex Trio un viaggio jazz e metafisico

Roma, 1 feb. (askanews) - Un viaggio sperimentale in un caleidoscopio di influenze e sonorità, tra paesaggi onirici e metafisici, astratti, malinconici e ritmici: è questo Folds of Time, il primo video-album di Mumex Trio che vede il pluripremiato compositore e musicista di fama internazionale Louis Siciliano al pianoforte insieme a Roberto Bellatalla e Mauro Salvatore, due eccellenze del jazz italiano, rispettivamente al contrabbasso e alle percussioni.

Un trio con cui mettere concretamente in musica il metalinguaggio analizzato nel libro di Siciliano Music Multiverse Exploration (Mumex) ispirato a John Coltrane e basato sul concetto che la musica sia mossa da ciò che regola l'universo, tra le simmetrie e l'opera didattica di George Garzone.

Spiega il compositore: "Questo trio nasce dopo tantissimi anni nei quali mi sono dedicato ala composizione e anche alla pratica della composizione. Volevo sintetizzare questo viaggio che avevo fatto nella musica e avevo bisogno di esprimerlo in maniera immediata, attraverso uno strumento che ho sempre praticato nell'assoluto riserbo, il pianoforte".

Folds of Time rappresenta quindi per Siciliano il primo vero stadio di un moderno "Ulisse della Musica", che fa della ricerca la sua stessa ragion d'essere, una dimensione in cui lavoro, ricerca, pratica spirituale e musicale coincidono. Un'opera che Mumex Trio ha voluto dedicare ai popoli pigmei e a tutte le minoranze che lottano strenuamente per la loro sopravvivenza.

Riproduzione riservata ©
loading...

Ultime dalla sezione