Cultura

Cavazzano: "Quando mi telefonò Fellini pensavo a uno scherzo"

Roma, 11 apr. (askanews) - "Poi arrivò la Strada, la telefonata di Fellini. Fellini aveva letto Casablanca, mi chiese per telefono, pensavo fosse uno scherzo, no, disse, sono veramente io, Federico Fellini, ho letto Casablanca e le chiedo se sarebbe disposto a realizzare una parodia su un mio film 'a me piacerebbe La Strada'. Guardi, certamente maestro, sono emozionato": lo ha raccontato ad askanews Giorgio Cavazzano, uno dei principali autori italiani di storie con Topolino e Paperino, a margine dell'incontro dedicato a Vincenzo Mollica, che ha ricevuto il Romics d'oro, il premio alla carriera assegnato dal Festival del Fumetto, Animazione, Cinema e Games alla Fiera Roma.

"Quando ci siamo salutati sono uscito di casa dove normalmente trovo il mio vicino, amici, con le mani alzate per dire 'mi ha telefonato Federico Fellini', non c'era nessuno. Sono tornato a casa e c'era mia moglie, che mi dice 'Sai Giorgio che ha telefonato Giuletta Masina? Per dirti che le piacerebbe che il tuo topolino fosse come lo ricordava lei quando era ragazzina e lì è stata un'illuminazione, perché non dovevo fare gli stessi personaggi realizzati su Casablanca, vestiti come gli attori, dovevo disegnare loro", ha ricordato.

Riproduzione riservata ©
loading...

Ultime dalla sezione