Cultura

Cannes, Bellocchio: una serie su Aldo Moro mi è parsa necessaria

Roma, 17 mag. (askanews) - Dopo "Buongiorno notte", Marco Bellocchio è tornato sul caso Moro con la serie "Esterno Notte" che presenta al Festival di Cannes nella sezione Première.

"Non è il frutto di un'ossessione durata vent'anni su Moro - ha spiegato Bellocchio da Cannes - è stato casuale, nel senso che il quarantennale mi ha sollecitato attraverso tutte le cose di cui hanno parlato giornali, tv, talk, libri; c'è stato come un ritorno di fiamma sull'argomento e mi è parso che si potesse trovare una chiave diversa da quella del film, che era raccontare una serie di personaggi e protagonisti che erano assenti dal film. Quindi è un film su Moro, ma su Moro fuori e su Moro alla fine imprigionato, ma tutto il primo episodio è inesistente nel film, poi racconto altri personaggi come Cossiga, il Papa, la moglie, alcuni terroristi, e questo mi ha più che sollecitato a farla. L'idea di fare una serie mi è parsa necessaria perché c'era troppo materiale per un solo film e c'era la curiosità di fare una cosa nuova".

"Esterno Notte" ha nel cast, tra gli altri, Fabrizio Gifuni nei panni di Aldo Moro, Margherita Buy e Toni Servillo; arriverà al cinema in due parti, la prima dal 18 maggio, la seconda dal 9 giugno 2022 e sarà trasmessa nell'originale formato seriale in autunno su Rai 1.

Riproduzione riservata ©
loading...