Cultura

#BoycottMulan, scene girate in Cina imbarazzano il remake Disney

Bangkok, 9 set. (askanews) - Crescono gli appelli a boicottare il remake di "Mulan" della Disney, dopo la scoperta che alcune scene della superproduzione da 200 milioni di dollari sono state girate nella regione nord-occidentale cinese dello Xinjiang, dove le violazioni dei diritti umani della popolazione musulmana (gli Uiguri ndr) sono state ampiamente documentate.

Anche prima delle ultime controversie sullo Xinjiang, l'hashtag #BoycottMulan è stato diffuso nelle ultime settimane a Hong Kong, Thailandia e Taiwan. Nelle immagini la locandina della pellicola a Bangkok davanti al centro commerciale Central World.

Riproduzione riservata ©
loading...