Cultura

Arte di strada, a Milano un murale che si può anche ascoltare

Milano, 31 mar. (askanews) - Un muro della periferia milanese trasformato in opera d'arte visiva che si fonde con la musica trap. Si tratta di "The Wall of IntenCity", murale realizzato dal writer Raptuz, con 35 anni di attività alle spalle, che attraverso un codice QR permette a chi lo guarda di scaricare un inedito del cantante 29enne Dani Faiv.

"Io sono venuto fuori con l'hip hop, con il rap, la break dance e appunto con i graffiti. Fa tutto parte di uno stesso mondo che è molto unito. Io sono di un'altra generazione, ma mi ricordo benissimo di quando noi avevamo quell'età e il mood era sempre quello".

A commissionare l'opera è stato il marchio di birra olandese 8.6, in occasione della sua prima edizione limitata dedicata alla Street Art.

Roberta Gambino, responsabile marketing di Swinkels Family Brewers: "Noi pensiamo che, oggi come mai, sia assolutamente utile e interessante lavorare sul dare valore al territorio e dopo due anni difficili per tutti credo che ritornare a fare qualcosa di fisico, quindi un evento sul territorio, sia molto importante".

Attraverso il codice posto sul murale è possibile ascoltare in esclusiva "Nella City", l'inedito di Dani Faiv che racconta l'intensità della vita in città: frenetica, ma sempre ricca di emozioni. "Secondo me è stata rappresentata la città nel migliore dei modi, a livello visivo e con le parole. Con la musica puoi fare la stessa cosa creando una connessione che secondo me funziona sempre".

Grandi protagonisti dell'opera sono i lupi, animali simbolo di fierezza e della vita in branco, adottati così dalla cultura underground oltre che spiccare sul marchio di 8.6.

Vicky Gitto, direttore creativo dell'agenzia Gittobattaglia_22

"La musica è uno dei driver più potenti come aggregatore di persone, genera emozioni che le persone condividono, pensavamo che questo fosse il modo più forte per raccontare quest'operazione e per avvicinare le persone a un'area suburbana della città dove magari per altri motivi non sarebbero andati".

Il murale interattivo è visibile in via Schievano 8 fino al 29 aprile.

Riproduzione riservata ©
loading...