Cultura

Applausi a Venezia per "Le sorelle Macaluso" di Emma Dante

Roma, 9 set. (askanews) - È stato applaudito a Venezia "Le sorelle Macaluso", il film di Emma Dante tratto da una pièce teatrale della regista, nei cinema dal 10 settembre. L ultimo film italiano in quest edizione del festival ci fa entrare in tre fasi della vita di Maria, Pinuccia, Lia, Katia, Antonella: l infanzia, l'età adulta e la vecchiaia. Nell appartamento dove abitano, nel tempo, si avvicendano l'amore, i conflitti, i dolori, la complicità, l'odio.

Emma Dante ha spiegato: "Ho cercato di rendere protagonista il Tempo. Il tempo come grande chirurgo, come grande chirurgo plastico che deforma e decide come manipolare i corpi. Quindi diciamo che questo è un film sul tempo, soprattutto, che crea attraverso i cortocircuiti e i traumi della vita, le differenze che stanno dentro di noi".

I volti, i corpi, mutano con il passare degli anni, e la regista ha deciso di far interpretare le sorelle da dodici attrici diverse, fra cui Donatella Finocchiaro. La loro casa resta apparentemente immutata, ma anche quella si modifica, e rappresenta la loro memoria: "Noi abbiamo capito che non stavamo raccontando la trama di queste sorelle, della loro vita, ma stavamo entrando nella loro casa in tre momenti della loro vita, ed erano i momenti più forti e traumatici, e sono i tre momenti quando hanno a che fare con la morte. Noi entriamo per assistere a queste tre veglie" prosegue la regista.

Quella casa che sempre le ha legate diventa in fondo la loro prigione, è il luogo dei ricordi, il luogo dove non sono mai riuscite a metabolizzare la morte, ma dove sono sempre tornate.

Riproduzione riservata ©
loading...

Ultime dalla sezione