00:00
00:00

Italia

Numero chiuso? Rettore di Ferrara: «No grazie. Funziona di più un semestre breve»

di Maria Piera Ceci

Numero chiuso a Medicina. L'Università di Ferrara propone di cambiare radicalmente il metodo di selezione e di uscire dalla logica del test d'ingresso.
“La mia proposta si prefigge di superare le criticità legate all'ammissione con test a quiz con risposte multiple e scorrimento nazionale” - spiega il rettore dell'Università di Ferrara, Giorgio Zauli. “L'idea è quella di iscrivere a sportello fino a un massimo di 600 studenti. I preimmatricolati inizierebbero gli studi in anticipo, a inizio settembre, con lezioni su tre materie curricolari (fisica medica, biologia e istologia-anatomia). Le lezioni terminerebbero il 22 novembre e poi si svolgerebbero gli esami, in forma scritta, per rendere più omogeneo il giudizio, con due appelli, uno a dicembre e uno a gennaio. Passerebbero il test di ammissione coloro che abbiano superato tutti e tre gli esami con una media superiore al 27. Il fatto di poter accedere a Medicina non dipenderebbe più dall'alea dei quiz”.

Riproduzione riservata ©