00:00
00:00

Expo, storie di bellezza e genialità

08. Novità esplosive

di Paolo Colombo

Quando, dopo il conflitto, si torna a tessere la trama delle Esposizioni, siamo a Bruxelles ed è il 1958. Piena era post-atomica: l'atomo è presente ovunque, simbolo dell'enorme potere della scienza umana e spettro terrorizzante che incombe sul futuro di un'umanità spaccata in due dalle raggelanti logiche della Guerra Fredda. L'emblema di quell'evento, l'Atomium, è un monumento che rappresenta un atomo del ferro ingrandito 150 miliardi di volte, alto più di 100 metri: il significato non è abbastanza chiaro?
Sarà esplosiva, per ben altri motivi, anche l'expo successiva: Montreal 1967. Anni '60, anni di rivoluzione giovanile, anni di cambiamenti travolgenti, anche in piccoli grandi dettagli: quando le hostess del padiglione inglese si presentano sorprendentemente in minigonna, scoppia una vera bomba nel mondo della moda e del comune senso del pudore. Il mondo sta cambiando.

Riproduzione riservata ©
loading...