REUTERS/Thomas Peter

Mondo

Hong Kong: città paralizzata da proteste, manifestante ferito da polizia

Continuano le proteste a Hong Kong e dopo la morte di un ragazzo la settimana scorsa, un altro manifestante è grave, stavolta colpito al petto da un poliziotto. Da cinque mesi la piazza – soprattutto giovani – di Hong Kong protestano contro l'emendamento (poi ritirato) alla legge sull'estradizione. Ma il disagio è più profondo e sembra di rivedere le scene del 2014 quando la protesta degli ombrelli a Hong Kong scaturì scaturite dalla decisione del Comitato permanente del Congresso nazionale del popolo di Pechino di riformare il sistema elettorale dell'ex colonia britannica. Il sisagio aumenta in dell'avvicinarsi della data in cui l'autonomia di Hong Kong dalla Cina, negoziata dal Regno Unito nel 1997, finirà: nel 2047 Hong Kong cesserà infatti di avere standard politici, economici e istituzionali diversi e più autonomi rispetto al resto della Cina.
Riproduzione riservata ©