La ragazza svedese Greta Thunberg di 15 anni tiene un cartello con la scritta «School strike for the climate», «Sciopero scolastico per il clima» durante una protesta contro i cambiamenti climatici fuori dal parlamento svedese il 30 novembre 2018 (Afp/Hanna Franzen)

Mondo

Greta prima di Greta

La rivista statunitense Time l'ha scelta come persona dell'anno dedicandole la copertina. In suo nome si sono riempite le piazze del mnondo con milioni di giovani a manifestare a difesa del piante. Ma il fenomeno mondiale prodotto da Greta Thunberg è il frutto di una scelta personale, dura, ostinata. Per mesi fatta da sola e che vale la pena ricordare. Ricordare quando a soli 15 anni, dopo un'estate caratterizzata da caldo record, siccità e incendi boschivi, Greta prende coscienza dell'emergenza ambientale in cui il Pianeta si trova e decide che non può più aspettare che “i grandi” facciano qualcosa. Così il 20 agosto 2018, anziché recarsi a scuola, si presenta davanti al Riksdag, la sede del Parlamento svedese, con un cartello dal messaggio chiaro e forte: Skolstrejk för klimatet, “sciopero scolastico per il pianeta”. La sua assenza a scuola dura fino al 9 settembre, giorno delle elezioni politiche, con la richiesta al governo di adottare serie misure contro il global warming e le emissioni di anidride carbonica. Ecco Greta prima che diventi Greta e arrivi un anno dopo ad essere la persona dell'anno.
Riproduzione riservata ©

Ultime dalla sezione