Fast fashion

McDonald’s si lancia nella moda. Dopo averla ispirata

Per festeggiare lo sbarco online (per ora solo negli Stati Uniti) di Golden Arches Unlimited, piattaforma di vendita del suo merchandising, McDonald's ha appena lanciato una capsule collection di capi e accessori in versione natalizia: prodotto “simbolo” il maglione per le feste dove al posto delle tipiche renne appaiono gli archi d'oro della M della catena di fast food, accompagnato da calzini, ombrello, pigiama, cappellino con pon pon. Non si tratta di un esordio del gruppo statunitense nella moda: al 2017, per esempio, risale il lancio di una prima “The McDelivery Collection”, disponibile solo in alcuni Paesi, con pigiami e impermeabili costellati dalla sagoma del Big Mac. Lo scorso anno con lo stilista sudafricano Gert-Johan Coetzee ha firmato una collezione ispirata ai 50 anni del suo panino-icona, presentata alla South Africa Fashion Week. Nel 2014 Jeremy Scott esordì come direttore creativo di Moschino con una collezione, quella per l'autunno-inverno 2014-15, ispirata all'estetica di McDonald's, giocata sul binomio rosso-giallo, con borse con il logo e custodie per smartphone con la sagoma delle patatine. E a giugno Demna Gvasalia di Vetements ha presentato la sua collezione maschile “anticapitalista” in un Mc Donald’s di Parigi (Ch. B.)
Riproduzione riservata ©