Locali icona

A Milano torna lo storico Camparino in Galleria


Il 13 novembre ha riaperto a Milano Camparino in Galleria, storico luogo di nascita dell’aperitivo milanese, con un evento speciale organizzato da Campari Group. Il locale è stato ristrutturato su progetto dello Studio Lissoni Associati, che è riuscito a preservare ed esaltarne l'eredità storica e i dettagli d'epoca Art Nouveau. Gli spazi della Sala Spiritello, il primo piano che affaccia direttamente sulla Galleria Vittorio Emanuele II, sono stati rivisti a favore di un design e un arredamento che li hanno resi più adatti ad accogliere e presentare la nuova proposta cocktail & food. A impreziosire la sala anche l'originale Spiritello del pittore e illustratore Leonetto Cappiello, opera del 1921 diventata una vera e propria icona del marchio Campari. Allo storico Bar di Passo, al piano terra, è stato dedicato invece un restauro conservativo volto a valorizzarne il patrimonio liberty e rendere maggiormente fruibili gli spazi.
Al piano interrato, infine, è stata svelata la nuova Sala Gaspare Campari, uno spazio recuperato dagli ambienti che in origine ospitavano i magazzini del locale, e che sarà adibito a corsi di bartending, degustazioni ed eventi privati. La cucina sarà curata dallo chef Davide Oldani, che ha portato nel Camparino il suo “Pan'cot” (“pane arrostito”), preparato con pregiate farine integrali e concepito come un foglio bianco che può essere abbinato a carne, pesce, frutta e verdura, da abbinare ai cocktail serviti al Camparino in Galleria.
Riproduzione riservata ©