Napoli (askanews) - Un team dell'osservatorio Vesuviano sta installando una rete "tiltmetrica" per monitorare l'attività del vulcano ed eventuali movimenti del terreno. Il responsabile dei dati "tiltmetrici", il geofisico salernitano Ciro Ricco ha spiegato ad Askanews come si procede per l'installazione e come funzionano questi sensori così sensibili."Il lavoro avviene all'interno di un pozzo quadrato (di circa 50 centimetri per lato) rivestito in cemento e protetto da un coperchio in ghisa a tenuta stagna. Al suo interno cavi in fibra ottica e di energia elettrica". Risalta la cima di un tubo in pvc color arancio del diametro di 8 centimetri che arriva giù a quota 21,5 metri."All interno - spiega Ricco - noi adesso caliamo, con una batteria di aste, il sensore sul cui fondo è situata l elettronica che ci consente di definire la variazione di inclinazione del vettore g (accelerazione gravitazionale) o, più semplicemente, la variazione della verticale. Questi segnali arrivano in superficie e vengono acquisiti da un computer e successivamente dalla sala di monitoraggio.Si tratta di segnali in funzione del tempo o "time-series", che esprimono la variazione di parametri attraverso i quali è possibile registrare spostamenti dell ordine di decimi o centesimi di millimetro su 1 chilometro di distanza".