Roma (TMNews) - Si arrampicano sui tetti per sistemare la parabola; strumento sempre più necessario per la tv e soprattutto per la banda larga via satellite, soluzione preziosa per abbattere il digital divide. Sono gli installatori, categoria professionale in continua crescita; una volta si chiamavano antennisti ma oggi sono responsabili di una vasta gamma di servizi digitali. Pier Luigi Pellegrino manager della formazione di Eutelsat, che ha raggiunto la soglia dei 4.000 installatori certificati in tutta Europa aprendo le porte a buone prospettive di impiego per i giovani: "Anche il nome installatori può essere un nome che limita un po quello che è il vero ruolo. A me piace più chiamarlo una specie di consulente digitale e l ideale sarebbe quello di avere una figura capace di andare a casa del cliente e di proporre tutte le soluzioni tecnologiche che possono essere di aiuto alla famiglia. Una famiglia che non ha l internet e che vuole averlo: l installatore digitale può essere quella figura che riesce a portare la soluzione giusta al cliente giusto. Quindi sicuramente questo si può raggiungere soltanto con la formazione".Un esigenza sempre più sentita nelle case e nelle città del futuro, dove si parla di domotica e circolano potenti e sofisticati strumenti che promettono di migliorare la qualità della vita. Ad assicurare il corretto funzionamento degli apparati sarà lo smart installer, che busserà alle nostre porte munito di scala e pc.