Marisglia (TMNews) - Un piccolo passo per un francese, un grande passo per l'Europa: l'astronauta francese dell'Agenzia spaziale europea, Hervé Stevenin ha simulato sott'acqua, in un'apposita struttura realizzata a Marsiglia, in Francia, la passeggiata spaziale sulla Luna degli uomini di Apollo XI. Si è trattato, in realtà, di un test del prototipo della tuta spaziale europea "Gandolfi" che l'azienda francese Comex sta realizzando, in collaborazione con l'Esa.E' in acqua infatti che si possono ricrere le condizioni di microgravità che si provano normalmente durante le attività extraveicolari. Un addestramento simile viene svolto da tutti gli astronauti e i cosmonauti per prepararsi alle cosiddette "passeggiate spaziali".Le tute spaziali sono delle vere e proprie "astronavi indossabili"; pressurizzate, termicamente isolate e dotate di ventilazione interna. Attualmente gli astronauti e i cosmonauti della Stazione spaziale internazionale usano due tipi di tute: la "Orlan" usata dai cosmonauti sovietici e le "Emu" (Extra vehicular mobility unit) americane. Proprio una di queste, nel luglio 2013 ha avuto un problema che ha costretto l'astronauta italiano Luca Parmitano a interrompere la sua passeggiata spaziale. La causa dell'avaria è stata individuata in una perdita dal condotto di trasporto della condensa verso il circuito di ventilazione interna.(Immagini Afp)