Torino (TMNews) - Tanti auguri mouse. Quell'accessorio informatico che ha cambiato la nostra vita davanti al monitor è entrato in commercio trenta anni fa. Sebbene sia nato nel 1968, quando Douglas Engelbart lo presentò al mondo, il mouse infatti è entrato nelle case e nelle aziende nel 1983 insieme al computer Apple Lisa 1.A Torino si è festeggiato il compleanno del mouse con l'"Happy bit day, mr Mouse", una giornata di eventi, conferenze e testimonianze sull'evoluzione dell'interfaccia uomo macchina. Ospite d'onore il mouse, un oggetto che oggi diamo per scontato e che per pochi euro sostituiamo in caso di malfunzionamento, ma che è stato un passaggio fondamentale, come spiega il fisico Massimo Temporelli."Alcuni mouse mostrati qui al Politecnico - racconta - hanno un valore inestimabile per quanto abbiano semplificato il nostro accesso all'informatica. Quindi vanno trattati come una Gioconda o un'altra opera d'arte che ha cambiato la nostra percezione della realtà"Con un occhio al passato, attraverso la mostra di computer storici come Lisa 1 e tutta l'evoluzione dei mouse, e uno sguardo al futuro, quando ci saranno schede perforate e computer comandati dalla mente, come racconta il ricercatore Alessandro Vato."Abbiamo presentato il futuro dell'interfaccia cervello macchina, dei dispositivi che miglioreranno la vita a persone con disabilità"La tecnologia ci ha fatto fare passi da gigante e pare che sia destinata a sorprenderci sempre di più.