Milano (askanews) - La Stazione spaziale internazionale è abitata ininterrottamente da 15 anni: dal 2 novembre del 2000. La Expedition 1, composta dal comandante americano, William Shepherd e dai cosmonauti russi Sergej Krikalev e Jurij Gidzenko, era partita con la navetta TM-31 a bordo di un razzo Soyuz dal cosmodromo russo di Baikonur, nel Kazakhstan, il 31 ottobre. Dopo una rincorsa di 2 giorni il docking all'avamposto che orbita a 400 Km dalla superficie terrestre a circa 28mila Km all'ora, in quel momento composto da soli 3 moduli, i russi Zarja e Zvezda e l'americano Unity.Quindici anni dopo la ISS, un vero e proprio laboratorio scientifico orbitante, frutto di una cooperazione internazionale che coinvolge le agenzie spaziali di Russia, Stati Uniti, Giappone, Canada e l'agenzia spaziale europea Esa, è stata visitata da 44 equipaggi, che hanno compiuto circa 1800 esperimenti scientifici in microgravità.L'Italia, attraverso l'Agenzia spaziale italiana (Asi) e la propria industria aerospaziale ha un ruolo fondamentale per l'operatività dell'Iss: il 50% del volume abitabile totale, paragonabile a quello di un Jumbo, infatti, è costruito nel nostro Paese, come ha ricordato, intervistato da askanews in occasione della missione di Luca Parmitano, proprio Sergej Krikalev che, ad oggi, è l'essere umano che ha trascorso più tempo nello Spazio di chiunque altro, oltre 803 giorni."L'Italia fa molto per la Stazione spaziale internazionale - ha spiegato - un sacco dei moduli maggiori sono stati costruiti da aziende italiane e io mi auguro che questa cooperazione possa continuare, probabilmente gli italiani saranno una parte importante delle prossime missioni internazionali".Cinque gli astronauti italiani che finora hanno abitato l'Iss. Da Umberto Guidoni nel 2001 che è stato anche il primo europeo a bordo, a Samantha Cristoforetti che sulla Iss ha trascorso ben 200 giorni, passando per Roberto Vittori che l'ha visitata 3 volte, Paolo Nespoli primo italiano a compiere una missione di lunga durata e Luca Parmitano, primo italiano impegnato in una delle 189 "passeggiate spaziali", effettuate per attività di assemblaggio e manutenzione.Paolo Nespoli, designato dall'Asi per un nuovo volo nel 2016, sarà anche il primo italiano a compiere una seconda missione di lunga durata. La permanenza media sulla Iss è di circa 6 mesi, eccezion fatta per Mikhail Kornienko e Scott Kelly, protagonisti della prima missione della durata di circa un anno.