Baikonur (TMNews) - Missione compiuta per i tre uomini della Expedition 36: il comandante Pavel Vinogradov, il cosmonauta Sasha Misurkin e l'astronauta della nasa, Chris Cassidy. La Soyuz che li ha riportati sulla Terra dopo 166 giorni nello spazio a bordo della Stazione internazionale è atterrata senza problemi nella steppa del Kazakhstan all'alba dell'11 settembre 2013, quando in Italia mancavano 2 minuti alle 5 del mattino. I tre erano stati lanciati dal cosmodromo russo di Baikonur il 13 marzo, arrivando sulla Iss 6 ore dopo e divenendo il primo equipaggio a compiere il rendez-vous con la base spaziale in un solo giorno."E' stato un volo memorabile", ha detto stringendo la mano al suo comandante l'americano Cassidy, compagno di "passeggiate spaziali" del nostro Luca Parmitano, l'ultima delle quali conclusasi anzitempo per un'avaria alla tuta dell'astronauta italiano. Parmitano è rimasto a bordo della Stazione Spaziale con Karen Nyberg e Fyodor Yurchikin, subentrato a Vinogradov nel ruolo di comandante della base, il loro rientro è previsto per metà novembre 2013. "L'unica cosa che mi rende felice - ha twittato l'italiano dallo Spazio - è che li ho visti pronti, contenti di tornare a casa. Ciao Chris, Pavel e Sasha, ci vediamo giù"! Il 25 settembre, invece, verranno raggiunti da 3 nuovi membri della Expedition 38: i russi Oleg Kotov e Sergey Ryazanskiy e l'americano Michael Hopkins, questi ultimi al loro primo volo.