Milano (askanews) - Una passeggiata spaziale che parla anche un po' italiano. Gli astronauti della Nasa: Scott Kelly e Kjell Lindgren sono usciti dalla Stazione spaziale internazionale per la prima di due attività extraveicolari previste per l'aggiornamento e la manutenzione della base orbitante. In particolare la prima è stata programmata per sistemare una copertura termica sull'Alpha Magnetic Spectrometer, meglio conosciuto come Ams, un 'cacciatore' di particelle per lo studio della materia oscura.L'Ams vola sull'Iss dal 2011, quando fu collocato a bordo dall'astronauta italiano dell'Esa e generale pilota sperimentatore dell'Aeronautica militare, Roberto Vittori, nell'ambito della missione Nasa Sts-134, l'ultima dello Space Shuttle "Endeavour" che, tra l'altro, era ai comandi di Mark Kelly, fratello gemello di Scott.L'Italia, con l'Agenzia spaziale italiana e l'Istituto Nazionale di Fisica Nucleare, è responsabile della realizzazione dei principali strumenti a bordo dell'Ams la cui centrale di controllo è al Cern di Ginevra.Questa passeggiata spaziale è stata la prima sia per Kelly che per Lindgren. Si tratta della 189esima attività extraveicolare in assoluto (la 32esima della Nasa) per l'assemblaggio e la manutenzione dell'Iss, abitata ininterrottamente da 15 anni (l'anniversario cade il 2 novembre). Tra gli altri compiti dei due astronauti, rimuovere una copertura termica da un componente della stazione e installare dei cavi per l'allestimento delle postazioni d'attracco per le nuove capsule di Space X e Boeing che porteranno gli astronauti sulla Iss a partire dal 2017.