Città delle stelle (TMNews) - "In tutte e quattro le simulazioni il lavoro è andato bene, abbiamo avuto il massimo dei voti e i complimenti della commissione è un buon lavoro quindi un passo ancora verso il lancio che faremo fra poco".Via libera per l''astronauta italiano dell'Esa, Luca Parmitano, pronto a compiere il suo volo verso la stazione Spaziale Internazionale: uno degli ultimi complessi test a cui il maggiore pilota dell'Aeronautica Militare Italiana si sta sottoponendo presso il centro d'addestramento "Jury Gagarin" dell'Agenzia spaziale russa a Star city, alle porte di Mosca - quello per l'avvicinamento manuale alla Iss in caso di avaria del computer di bordo - ha avuto esito positivo. Lo spazio è più vicino, dunque, per Luca che, a bordo della navetta Soyuz, sarà il secondo pilota al fianco del comandate russo, Fyodor Yurchikhin e dell'astronauta americana, Karen Nyberg."Ho già sostenuto anche l'esame per il pilotaggio manuale - spiega Luca - è andato benissimo anche quello. direi che sono abbastanza pronto. Chiaramente ci sono altri esamei da fare".La missione di Parmitano, sotto l'egida dell'Agenzia Spaziale Italiana, si chiama "Volare". Il nostro astronauta, il sesto italiano nella storia, resterà nello spazio per 6 mesi durante i quali svolgerà diversi esperimenti e, soprattutto, sarà il primo italiano a effettuare due missioni extraveicolari: le cosiddette passeggiate spaziali."Il mio impegno - conclude - è stato quello di lavorare al massimo, di dare il meglio delle mie capacità per fare bene, per avere dei buoni risultati nelle prove di esercitazione sott'acqua sott'acqua e la fortuna cnsiste nel fatto che proprio durante il mio incremento siano previste delle attività che mi sono state assegnate da svolgere".Il lancio di Luca Parmitano è fissato per la notte tra il 28 e il 29 maggio del 2013 dal poligono russo di Baikonur, in Kazakhstan.