Kourou (askanews) - Dopo una serie di rinvii consecutivi è finalmente riuscito allo spazioporto di Kourou, in Guyana francese, il lancio del razzo Soyuz con a bordo il satellite Sentinel-1B dell'Agenzia Spaziale Europea (Esa). Il satellite, gemello del Sentinel-1A, lanciato nel 2014, è uno degli elementi del programma Copernicus di monitoraggio ambientale e oceanografico ed è stato progettato ed integrato da Thales Alenia Space, joint venture tra Thales e Finmeccanica.Sentinel-1B osserverà il nostro pianeta da un'altezza di circa 700 Km con una risoluzione tra i 5 e i 25 metri e fornirà immagini continue, giorno e notte, in tutte le condizioni meteorologiche. I dati saranno raccolti da vari centri europei e per l'Italia dalla stazione installata presso il Centro spaziale di Matera gestito da e-GEOS, una società costituita da Finmeccanica-Telespazio e Agenzia Spaziale Italiana.A bordo del satellite importanti strumenti realizzati negli stabilimenti della Divisione sistemi avionici e spaziali diFinmeccanica, come i sensori stellari Autonomous Star Tracker e le unità di regolazione e distribuzione della potenza, che garantiscono il controllo dell'assetto e la disponibilitàcontinua di immagini radar.IL programma Copernicus prevede la messa in orbita di 6 famiglie di satelliti, ciascuna dedicata a un determinato aspetto di monitoraggio ambientale e oceanografico al fine di raccogliere dati sullo stato di salute del pianeta.Thales Alenia Space ha già siglato con l'Esa i contratti per realizzare i satelliti Sentinel 1C e 1D e Sentinel 3C e 3D.