Baikonour (TMNews) - Lancio riuscito dal cosmodromo russo di Baikonour, nel Kazakhstan, per il razzo Soyuz con a bordo 6 satelliti della rete di telecomunicazioni europea Globalstar.Si tratta del quarto - e per ora ultimo - gruppo dei 24 satelliti di seconda generazione, progettati e realizzati dalla Thales Alenia Space del gruppo Finmeccanica e fanno parte di una "costellazione" dedicata ai servizi satellitari e di telefonia mobile.I satelliti, dal peso di 700 kg ciascuno e una potenza di 1.7 Kw, sono stati costruiti negli stabilimenti italiani e francesi del gruppo, tra Torino, Milano, Roma, L'Aquila, Tolosa e Cannes. Ognuno di essi è dotato di 32 trasponditori per la trasmissione e la ricezione delle comunicazioni telefoniche mobili.Thales Alenia Space ha partecipato anche al progetto Globalstar di prima generazione ed è stata responsabile della fornitura dei payloads dei satelliti, della struttura, della propulsione, dei sottosistemi termici e di alcune unità elettroniche oltre che dell'integrazione della costellazione con i primi 8 satelliti, in orbita dal 2007. Il primo lancio per il progetto Globalstar di seconda generazione è avvenuto nell'ottobre del 2010. Non è escluso un incremento della rete, in futuro, con ulteriori 6 satelliti.